lunedì 19 dicembre 2011

Sogni ispiratori

Sogni ispiratori. Fanno parte di ognuno di noi, ma non tutti riusciamo a capirli e a sfruttarli a nostro vantaggio. Da sempre il sogno è considerato il canale preferenziale di Dio per comunicare con gli uomini. Chi non conosce il sogno di Costantino? L'Angelo che gli disse mostrandogli lo stendardo della croce: "con questo segno vincerai". 
Ecco un piccolo segreto per fare sogni ispiratori: nel coricarsi la sera fare una preghiera all'angelo custode domandandogli di comunicarci la  volontà di Dio affinchè la eseguiamo. 

Di solito i sogni ispiratori non trovano spiegazione nei libri che spiegano appunto i sogni e richiedono un gesto di umiltà nel chiedere a Dio lume per capirli. Se il sogno viene dall'intelligenza del nostro Angelo custode  non sarà aldilà della nostra portata. 

Inutile cercare di indurre la mente a donarci sogni ispiratori, finiremmo per sognare solo ciò che desideriamo e questo anche se bello è solo illusione.

I migliori sogni sono quelli fatti all'alba, compresi fra le quattro e trenta e le sei e trenta. Pare infatti che sia l'orario preferito dai messi angelici sottoposti all'arcangelo Gabriele. I sogni compresi fra le due e le tre e trenta sono molto inquinati dalle forze del male e sono spesso riflesso del proprio subconscio.

  Isogni che si fanno subito dopo essersi addormentati sono indotti dalla mente conscia così come quelli fatti dalle sette del mattino in poi. Un altro periodo utilissimo per fare sogni ispiratori è il pomeriggio, dalle quindici alle diciassette previo preghiera preparatoria. Questo tipo di sogno sconfina nella visione perchè avviene in stato di semicoscienza  o dormiveglia.

Mesi or sono sognai un mio zio morto di tumore dieci anni fa, eravamo in casa sua seduti al tavolo della cucina e parlavamo, una strana struttura ci ricopriva e gli chiesi cosa fosse, lui mi disse che si trattava di una macchina capace di guarire i tumori e me la mostrò nel dettaglio. Mi svegliai di scatto e immediatamente presi gli appunti di cio che avevo visto in sogno. 

Anche per questo ho fatto e faccio sempre una speciale preghiera all'Angelo custode, perchè quasi sempre non appena ci si sveglia si dimentica subito cio che si è sognato, specie le misure e i piccoli particolari. Grazie al mio Angelo riesco a ricordare tutti i particolari dei sogni anche dopo molto tempo. Realizzati i disegni  per prima cosa ho svolto una indagine radiestesica per vedere l'attendibilità del sogno e della macchina che è risultato tutto  vero e realizzabile. 

Non vedo l'ora di ultimare la costruzione di questo sogno. Senza promesse e senza spese si cercano volontari per testarla e sperimentarla. Forse stanno per aprirsi le porte di una nuova frontiera...


venerdì 16 dicembre 2011

La giungla delle forme

Cosa manca nel mio blog? All'inizio mi ero prefisso un obbiettivo che mi rendo conto di aver mancato  e cioè far luce nella giungla delle forme. Io non volevo questo, cio che desidero è intavolare un dialogo con altre persone esperte e meno esperte di energie sottili.

 Ve la sentite di iniziare con me delle discussioni sugli argomenti che ci accumunano? Tutti voi sapete quanto sia importante il confronto diretto delle conoscenze in questo campo dell'energia vitale. le esperienze personali sono essenziali per definire dei punti in comune nell'energia sottile essendo quasi impossibile quantificarla con metodologie della scienza  classica.

La corrente elettrica si sa, scorre in un cavo portante in un flusso di elettroni e va a far funzionare i nostri elettrodomestici grazie ad un fattore importantissimo, cioè i rivestimenti isolanti che ne assicurano il corretto percorso e ci evitano pericolosi contatti con essa.

Con le energie sottili questo non è possibile, per isolarsi dal loro effetto destabilizzante bisogna affidarsi a tutt'altro genere di strumenti. Vediamo quali sono questi strumenti e quanti tipi di energia comprende la dicitura "energie sottili"
Le energie sottili raggruppano tutte quelle emissioni vitali, fisiche, spirituali elementari.

Le emissioni vitali si riferiscono a tutte quelle energie emanate dai viventi  umani, animali, vegetali.
Le emissioni fisiche fanno riferimento a tutte le emissioni energetiche del mondo fisico, oggetti, figure, schemi geometrici, faglie acquifere, fratture della crosta terrestre, generatori elettrici, eccetera.

Le emissioni in spirituale  si suddividono in paranormale, magia, bene e male, Fluido Vitale ed energia negativa la loro emissione è legata ad un gesto di pura volontà.

Fisico, Vitale, Spirituale sono anche i tre livelli dell'Aura di ogni forma esistente. Concetto difficile da capire e da applicare. Basti dire che una forma qualsiasi, bicchiere, semisfera, triangolo è in grado di emettere energia benefica o dannosa per l'ambiente.

Da questi concetti base vorrei iniziare il mio interscambio formativo con tutti voi: 
  • Come faccio a stabilire se una forma è benefica per me averla sempre vicino? 
  • Come posso liberarmi dell'energia negativa prodotta dal mio televisore? 
  • Come posso essere sicuro di aver eliminato realmente i nodi di  Hartmann dalla mia camera da letto?
  • Sono sicuro che il neutralizzatore di emissioni patogene che ho appena acquistato funziona davvero? 
 Basta un parafulmine sul tetto per mettersi al sicuro dai temibili fulmini  ma per le emissioni elementari che razza di protezione occorre per potersi dire al sicuro dalla loro impercettibile, velenosa e ininterrotta azione? un televisore si spegne, lo si sposta al peggio si può interrompere il flusso di corrente staccando il salvavita. Un'emissione patogena significa averla per sempre sotto il letto, sedia, poltrona, ufficio, cuscino.

Avere il letto su una simile sciagura singifica dormire male, cefalee, spossatezza,  alla lunga esaurimenti, depressioni, crisi isteriche in alcuni casi tumori se nell'emissione è presente anche il Verde negativo elettrico di solito presente sulla verticale di fratture della crosta terrestre.  Ma a noi queste cose chi ce le dice?

Non di certo la scienza ufficiale che ci ridacchia dietro, ma qualche tipo strambo come me sempre intento a scandagliare l'ambiente col fedele Gizio [pendolo egizio, Gizio in onore  di una persona a me molto cara]  alla ricerca di tali malevole emissioni per neutralizzarle nel modo piu corretto possibile con sistemi in grado di funzionare ininterrottamente senza saturarsi e divenire inutili. Sapevate che avere in casa un mobile ad angolo con le pareti forma un triangolo che emette verde negativo alle due estremità?  dormirci vicino significa come minimo emicrania assicurata!

venerdì 18 novembre 2011

Catalogo strumenti

Catalogo strumenti, finalmente potete richiedere il catalogo (pdf) con tutti gli strumenti che realizzo, il pendolo egizio la bacchetta magica, gli schemi radionici, il biotensor, ecc.
Al suo interno troverete foto, descrizioni, prezzi. Non esitate a contattarmi, il catalogo è gratuito e con esso vi invierò un simpatico omaggio.

lupizone@yahoo.it

mercoledì 16 novembre 2011

Analisi acqua

Analisi acqua. Questo quadrante colorato, ideato dal radiestesista francese Henri Mager è uno strumento di facile utlizzo ma efficace per stabilire il grado di purezza dell'acqua. Ogni colore ha per convenzione uno o più significati. Bilanciare il pendolo Egizio al centro del disegno e tenere nella mano libera la bottiglia o il bicchiere pieno dell'acqua che si vuole esaminare e attendere che il pendolo col suo movimento indichi a quale colore corrisponde l'acqua in esame.
  • Viola; acqua purissima. Acqua di fonte.
  •   Blu; acqua potabile normale, o acqua del rubinetto, non buona come quella di fonte ma bevibile.
  •  Verde; acqua con tracce di minerali e metalli, come ad es. il rame 
  •  Giallo; acqua dura, contenete sali di calcio, magnesio.
  •  Rosso;  acqua ad alto contenuto di ferro. Le fonti di acqua ferruginosa faranno reagire il pendolo su questo colore.
  • Grigio, acqua contenente piombo e altre sostanze inquinanti.
  • Nero; acqua corrente ad alta concentrazione di nitriti, batteri, che può seriamente compromettere la salute di chi ci vive vicino (fogne, scarichi a cielo aperto).
  • Bianco; acqua di fonte benefica, curativa con all'interno tracce di argento. 
Buon lavoro a tutti voi cari Giziani, da oggi mai più berrete acqua con la paura di aver ingerito chissà quale terribile intruglio.

venerdì 11 novembre 2011

Minestra curativa cinese

Minestra curativa cinese. Da tempo mi preparo delle straordinarie minestre curative prese in prestito dalla medicina tradizionale cinese per prevenire e curare tutti quegli acciacchi di stagione che non necessitano l'intervento del medico. Di cosa si tratta poi? di cuocere  verdure, radici, funghi,  frutta,  assieme al riso nella maniera piu antica e genuina possibile:  cuocerli  con acqua al naturale senza sale olio, salse o spezie.

 Soffri di disturbi stagionali e malesseri tipo raffreddore, nausea, senso di freddo? Allora questi rimedi naturali provenienti dalla medicina cinese fanno apposta per te.
Unendo le proprietà del riso che oltre a essere ben digeribile per l'alto contenuto in amidi  è anche rinferscante e antifermentativo e antibatterico il compnente ideale quindi per minestre curative. Troverai le piante curative occorrenti per queste  ricette benefiche in erboristeria, supermercati, negozi specializzati.
Partiamo dunque con lo zenzero, le dosi indicate sono per due persone.

  • Fai bollire per 25 minuti 10 g di radice fresca di zenzero in mezzo litro di acqua, poi aggiungi 140 g di riso e fai cuocere per altri 20 minuti. Lo zenzero è utile per contrastare raffreddore influenza, nausea e vomito con sensazione di freddo.
  • fai cuocere 130 g di riso in mezzo litro d'acqua, cinque minuti prima della cottura aggiungi 50 g di menta fresca o metà dose di quella secca. La menta è utile in caso di forte emicrania, combatte il mal di gola e i sintomi influenzali in generale. E' utilissima in caso di congiuntivite.  favorisce la concentrazione e la lucidità mentale. nel pieno di una bella influenza, consumarla a entrambi i pasti.per almeno tre giorni di seguito. 
  • Fai cuocere 200 g di porri con 130 g di riso in mezzo litro d'acqua per 20 minuti. Questa minestra ad azione diuretica e lassativa. risulta  utile per combattere la cellulite. 
  • Porta a ebollizione 200 g di scarola  in 1/2 litro d'acqua e dopo mezzo minuto versaci dentro 120 g di riso e cuoci a fuoco lento fino a cottura ultimata. Hai appena preparato una saporita minestra    ricca di potassio e vitamine  utilissima  in caso di pressione alta, ritenzione idrica e depurazione del fegato ( per questo caso specifico si può sostiuire alla scarola l'equivalente in foglie di tarassaco o cicoria selvatica).
Ricordo a tutti ai futuri iniziandi della minestra curativa cinese che per  avere dei reali benefici  va consumata  senza sale e senza olio o  qualsivoglia altro tipo di condimento per almeno tre giorni di seguito possibilmente a pranzo e cena. Nel caso di voler fare cura preventiva, consumare la minestra scelta per venti giorni al mese una volta al dì. Buon appetito.

    giovedì 10 novembre 2011

    11/11/11

    11/11/11, potevo mancare? Oggi durante tutta la giornata da tutte le parti mi è stato chiesto: - cosa farai l'11/11/11? Semplice, per prima cosa domattina  prego per l'evoluzione delle coscenze, dopo scendo in laboratorio a realizzare dei pendoli egizi molto speciali.

      Li farò appunto con l'intenzione di emanare sempre l'energia particolarissima di questo giorno affinchè illumini  la coscenza di chi li userà  per vitalizzare acqua, frutta, verdura, la propria esistenza e tutti gli altri usi a cui questo versatilissimo strumento si presta. Uno strumento mitico realizzato per essere in contatto continuo con l'energia giunta dal varco cosmico che secondo la New age avverrà domani alle 11,11. Buon 11/11/11 a tutti.

    venerdì 4 novembre 2011

    Nel nome di Gesù

    "Giovanni gli disse: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava i demòni nel tuo nome e glielo abbiamo vietato, perché non era dei nostri». 39Ma Gesù disse: «Non glielo proibite, perché non c'è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito dopo possa parlare male di me. 40Chi non è contro di noi è per noi.
    41Chiunque vi darà da bere un bicchiere d'acqua nel mio nome perché siete di Cristo, vi dico in verità che non perderà la sua ricompensa."

    ***
    Nel versetto 39 Gesù preannunzia quello che sarà il percorso della Cristianità nei secoli e millenni a venire. Separazioni, divieti, torture, sterminii di massa a causa di coloro che opervano nel suo nome non appartenendo alla sua diretta discendenza apostolica. Lo dice Lui stesso e per fortuna nessuno al mondo ha avuto il coraggio di cancellarlo. Tutti di qualunque razza e cultura e persino religione possono operare nel nome di Gesù. 

    Posto questo articolo in memoria di tutte le vittime delle religioni; possano in Gesù trovare la ricompensa al loro estremo sacrificio:
    De profundis

    Canto delle ascensioni.
    Dal profondo a te grido, o Signore;
    Signore, ascolta la mia voce.
    Siano i tuoi orecchi attenti
    alla voce della mia preghiera. 

    Se consideri le colpe, Signore,
    Signore, chi potrà sussistere?
    Ma presso di te è il perdono:
    e avremo il tuo timore.
    Io spero nel Signore,
    l'anima mia spera nella sua parola.
    L'anima mia attende il Signore

    più che le sentinelle l'aurora.
    Israele attenda il Signore,
    perché presso il Signore è la misericordia
    e grande presso di lui la redenzione.
    Egli redimerà Israele
    da tutte le sue colpe. 
    Amen.

    giovedì 27 ottobre 2011

    Sorgente energetica

    Sorgente energetica. Da ragazzo vivevo nella periferia est della capitale, sulla via Casilina all'altezza del raccordo anulare (all'incirca). La mia abitazione era situata forse a  trecento metri da un grosso appezzamento di terreno coltivato a grano piu casolare anni 40 con tutti gli annessi, stalle, ricoveri per galline, maiali, ecc. c'era anche la grotta dei vini profonda un bel pò sottoterra, forse cinque metri, con una scalinata in cemento e lunga una ventina di metri la corsia centrale e tante altre piccole grotte lungo i fianchi presumibilmente utilizzati anche come rifugi antiaerei durante la seconda guerra mondiale. 

    La casa era abbandonata da decenni e dei vandali cercatori di tesori l'avevano devastata, muri sventrati, piastrelle staccate dalle apareti, pavimenti scavati poichè si diceva fosse la residenza di campagna di una famiglia nobile. Una meraviglia per le nostre fantasie di adolescenti sempre intenti a giocare ai pirati e a tutto quello che ci passava per la testa. Per non parlare delle piante di fichi e prugne di cui la tenuta era circondata. Il tempo trascorse noi si cresceva, la tenuta  dimenticata da tutti ma io stranamente ogni tanto sentivo il bisogno di tornarci, fino a che un bel giorno non vi trovai piu nulla, solo ruspe e operai che impiantavano un cantiere. Sto parlando all'incirca di 22 anni fa. tutto dimenticato quindi, sopito nell'angolo dei bei ricordi andati.

    Mistero della mente... cinque notti fa ho sognato la tenuta,  il casolare, gli alberi, le stalle e non ero solo; con me c'era il misterioso personaggio che mi accompagna di solito in questi  viaggi onirici. C'era qualcosa nel sogno che non quadrava, un grosso edificio che continuava dal casolare, delle file di alberi e finalmente il ricovero per le galline, un casotto due per due semidiroccato (lo ricordo bene perchè a fianco c'era un albero di prugnette semiselvatiche di cui ero ghiotto.) ed essendo che era al limite del casolare l'erba vi cresceva piu intatta e morbida perchè non calpestata e per questo piu adatta per sdraiarvisi dentro. Nei mesi estivi spesso mi si poteva trovare con qualche ragazza nell'erba alta li intorno. dicevo eravamo io e il personaggio, e mi parlava mostrandomi con l'indice un punto ove spesso mi ritrovavo a sedere con gli amici a chiacchierare di qualche conquista e fumare sigarette di nascosto dai genitori. 

    Guardai meglio e vidi che dal terreno fuoriusciva una specie di fascio di luce bianca  filiforme. - Questo è il motivo per cui ti sentivi sempre attratto da questo posto.- mi disse. lo guardai meglio e esclamai sorpreso e compiaciuto: - una sorgente di energia! e mi ci posso collegare? - gli chiesi speranzoso. Sorrise e disse: - si  puoi collegarti e attingervi quando ne hai necessità. Mi svegliai affannato ed eccitato, al mattino grazie a google maps localizzai il posto e potei avvicinarmi abbastanza da vedere chiaramente le corrispondenze col luogo sognato, a sostituire il casolare una costruzione nuova, al posto del gallinaio il grande albero come nel sogno. Inutile dire che mi sono gia collegato non appena grazie a una veloce indagine col pendolo e stampa della mappa ho appurato che il sogno corrispondeva a verità. Pensateci bene, se avete anche voi un posto così che considerate speciale e sentite diverso, in sintonia col vostro essere, sicuramente vi potete trovare di fronte a una sorgente energetica naturale. Mandate  una foto, le coordinate magnetiche e vi dirò se avete anche voi la vostra personale sorgente energetica.  Cosa veramente eccezionale vi dico  come collegarvi alla vostra sorgente.
    lupizone@yahoo.it

    venerdì 21 ottobre 2011

    Silenzio

    Silenzio; il respiro di un Angelo sul mio cuore che pulsa.
    Ancora...
    Dedicato a tutti i figli d'Italia che non sapranno mai cosa significa addormentarsi al suono di queste note.
    Dedicato ai figli d'Italia morti per scoprire cosa vuol dire addormentarsi al suono di queste note.
    A Elena che mi sorrideva da sotto il lenzuolo al suono di queste note. 
    Dedicato al secondo scaglione 81 della SACA ( scuola di artiglieria contraerea) a Sabaudia che con me ha dormito per un anno al suono di queste note.
    Dedicato al mio Colonnello che non è piu fra noi a sentire il suono di queste note ma riposa nel mio cuore cullato dal respiro di un Angelo...
    Dammene ancora...ti prego.
     Dedicato a tutti coloro che amano il silenzio, la quiete dopo la tempesta, l'amore e non la guerra. Per coloro che a una fuga disordinata  preferiscono scomparire in un dignitoso silenzio...Viva gli Eroi.

    giovedì 20 ottobre 2011

    Quattro amici al bar

     Una sala convegni costa, gli alberghi costano, andare a pranzo costa. Allora dove può essere la soluzione per l'incontro di Verona? Semplice, colazione al sacco e riunione al bar.

    Come recita quella vecchia canzone di Gino Paoli: - Eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo...- Potremmo scatenare la curiosità dei passanti, perdere gli occhi dietro le belle donne che passano...mordicchiare bruscolini.

    Misurare l'ampiezza dell'aura del primo platano che incontriamo per strada con tanto di pendolo e biotensor. Improvvisare una seduta di Fluidoterapia sulla panchina del parco e cercare di ammaestrare i passeri nelle aiuole sempre se non piove porco blog...non so perchè ma ultimamente mi sento tanto Omer Simpson...

    Tempo fa ho parlato pure con un grosso albero di castagno che si Chiama Uralda e dice di avere 150 anni e da quando ha sentito il rumore di una motosega che ha abbattuto una sua vicina parente non riesce piu a dormire la notte e vuole che la porto in analisi. Faccio prima a portare l'analista da te - le dico sempre.

    Ho aperto un fondo: un obolo per salvare Uralda. potremmo col piattino chiedere un contributo fra una seduta e l'altra e acquistare il pezzo di terra ove ha messo radici, dovreste assaggiare che castagne buone che fà!  Cari amici vi do appuntamento per il tredici novembre al bar della stazione a Verona.

    Il primo che arriva cerca di farsi cedere la saletta della briscola, tre tavoli e almeno sette sedie(una mi serve per allungare i piedi) se malauguratamente non verrò non preoccupatevi, invierò la mia ombra che farà egregiamente le mie veci.

    giovedì 13 ottobre 2011

    Bacchetta magica;scopo e utilizzo

    Bacchetta magica, molti pensano che sia uno strumento magico, e mi chiedono di conoscere il rito con cui la realizzo, spero con questo breve filmato di chiarire  le finalità di questo sorprendente strumento radiestesico.

    Chi fosse interessato alla bacchetta magica può richiederla scrivendo a lupizone@yahoo.it    buon divertimento

    Meditazione protezione aura

    Meditazione protezione aura. A grande richiesta oggi posto una meditazione per la protezione dell'aura. Ormai credo sia chiaro a tutti che se cisi vuol schermare dagli attacchi psichici bisogna avere un'aura efficiente e molto carica senza zone scure o sottili o peggio ancora lesionate o con buchi nel campo energetico.

    Torno a ricordare alcuni sintomi che ci fanno presagire un attacco psichico alla nostra persona:
    • perdita di appetito
    • senso di stordimento specie appena alzati
    • incapacità di concentrazione
    • apparizione di ombre scure e fuggenti ai lati degli occhi 
    • insorgenza di eventi sfortunati e continuamente ripetuti   
    • Nei casi piu gravi depressione, nausea e vomito senza concause fisiche.

    Il dato piu stupefacente è che questi disturbi all'apparenza comuni in caso di vera aggressione psichica non accennano minimamente a migliorare con le cure a base di farmaci e non sono io a dirlo ma bensì gli esperti del settore di tutto il mondo.


                                                                   Meditazione audio

    Ecco per voi un utile meditazione audio per aumentare l'energia dell'aura. Vi chiedo anticipatamente scusa per la voce cavernicola e portate l'attenzione su quello che davvero è utile, queste meditazioni sono il frutto di anni di studio su testi di psicoterapeuti all'avanguardia nel comprendere che la guarigione del corpo passa attraverso la guarigione dell'anima! Chi fosse interessato ad approfondire l'importanza dell'aura e dei chakra per il proprio benessere può approfondire richiedendomi il Manuale del Fluido Vitale Universale, un ebook completo per l'autoaiuto e la protezione psichica.

      mercoledì 12 ottobre 2011

      Aura;attacchi psichici

      Aura;attacchi psichici. Il termine psichico deriva dal greco e significa anima. Psichico si riferisce  alle caratteristiche del nostro essere che sfuggono al mondo fisico conosciuto dei cinque sensi. Gli attacchi psichici richiedono una comprensione dell'azione delle forze invisibili che non può essere rivelata da analisi di laboratorio ne da altre attrezzature che analizzano il piano fisico o terrestre.

      Ci sono tanti esempi sull'uso costruttivo dell'energia psichica. La madre che sente il figlio in pericolo, una telefonata di un parente o amico dopo averlo nominato o pensato. L'improvviso cambio di strada per evitare un ingorgo molto piu avanti... 
      Il flusso di energia universale e l'aura che ci circonda costituiscono la naturale protezione contro la maggior parte degli attacchi psichici. Se ci abituiamo a pensare positivo e siamo mossi dall'amore e dall'impegno per la nostra crescita spirituale l'energia a nostra disposizione aumenta. Vivendo prevalentemente con paura e fissandoci sui problemi personali il flusso di questa energia si blocca. Rabbia, gelosia, insicurezza, e altre emozioni negative peggiorano ancor di piu le funzioni della nostra aura.
      Ogni volta che vi lasciate vincere dalle emozioni negative la vostra aura si indebolisce rendendovi piu vulnerabili a subire attacchi psichici.
      L'aura consiste in un estensione verso l'esterno dell'energia dell'anima. Come tale mantiene all'interno del suo campo elettromagnetico una registrazione di ogni episodio che ci accade, comprese le esperienze passate, intergenerazionali e intrusioni psichiche. Esiste un nucleo interno di colori che brilla attraverso questo campo elettromagnetico e si tratta di colori facili da percepire a livello fisico; a volte si lasciano persino fotografare:
      [Sono proprio io in fotografia e vi assicuro che non si tratta di un fotomontaggio,  mio figlio mi ha scattato questa foto alle sei del pomeriggio del sette luglio di quest'anno. Si vede benissimo il sole che mi leoparda la maglietta  e gli alberi  alle mie spalle in angolazione opposta al cono di luce che mi attraversa il sesto chakra e fuoriesce al centro della testa (settimo chakra).
       Sono sicuro che se ci proverò altre mille volte non accadrà nulla ma una volta è successo, e questo mi basta per dimostrare che l'energia luminosa dei chakra e dell'aura esiste davvero. Guardando la foto a forte ingrandimento si può vedere che la luce fuoriesce dalla fronte in quanto la montatura degli occhiali è in ombra e la luce si ferma proprio dietro le lenti quando invece se fosse un fascio proiettato dall'esterno dovrebbe illuminare espandendosi sulle lenti e il viso. Anche la punta che fuoriesce dalla testa termina a mezz'aria.]
      Questi colori di solito sono rosa/rosso, blu/verde, azzurro, violetto e giallo. Salute equilibrio ed energia spirituale sono rappresentate da queste sfumature di colore.
      Ci sono sette anelli di luce che si intersecano nell'aura, ogni elemento rappresenta un aspetto diverso del nostro essere
      • Anello 1 - rappresenta la salute del corpo fisico.
      • Anello 2 - le emozioni 
      • Anello 3 - l'intelletto.
      • Anello 4 - il subcosciente, specialmente l'immaginazione e l'intuizione.
      • Anello 5 - il se superiore
      • Anello 6 e 7 - questi non sono visibili nella maggior parte delle persone e rappresentano gli aspetti cosmici e avanzati dell'energia della nostra anima. 
      Le persone spiritualmente sviluppate hanno un'aura  chiara  e splendente che tende a proiettarsi  maggiormente verso l'esterno rispetto a quella delle persone comuni con particolare evidenza attorno alla testa, tenendo presente che vi sono diversi  campi energetici che circondano il nostro corpo, tra questi c'è quello magnetico, elettrico, sonoro, luminoso e del calore.

      Se ti interessa conoscere meglio la tua aura e capire in che stato si trova, non esitare a domandarmi  la copia gratuita del mio ebook "Purifica L'aura con il Fluido Vitale Universale". lupizone@yahoo.it

      domenica 9 ottobre 2011

      Cristallo di rocca; come caricarlo

       Cristallo di rocca; come caricarlo di energia colore per ripulire il terzo occhio. Di facile reperibilità questo cristallo si presta a innumerevoli usi, ed è presente ovunque. Noi lo utilizzeremo per ripulire il terzo occhio (sesto chakra).

      Spesso questo chakra si sporca delle energie che catturiamo durante il giorno nella cura dei nostri impegni lavorativi, sociali, familiari, ecc. Dal pensiero ricorrente al   lavorio distruttivo della mente: 
      - sono fuori dal mio contesto ideale. -  l'imposizione del pensiero altrui: - Ti ho detto che io ti pago e devi fare come dico io! - Fanno si che questo delicatissimo centro energetico si offuschi, appannato da tutte quelle legnate che la nostra autostima subisce nel corso della vita. In questo momento possono riaffiorare paure, incertezze, vecchie inquietitudini, disagi  nuovi oppure ricorrenti.

      Per ripulire il terzo occhio da queste situazioni occorrono due cristalli, uno da mettere sul terzo chackra e l'altro sulla fronte in mezzo agli occhi. Prima di far questo però occorre ripulire i cristalli e poi caricarli del colore necessario per il terzo occhio.
      • Ripulire i cristalli: - se sono appena acquistati posizionarli all'aperto poggiati in un vaso di fiori pieno di terra, meglio se con l'erbetta verde. (tutti abbiamo in casa dei simili vasi) chi ha un giardino può posizionarli al piede di una pianta leggermente coperti di terriccio per una notte. Fatto questo lavarli tenendoli in una ciotola sotto un filo di acqua corrente per venti minuti. Asciugarli con un panno di cotone bianco.Per ripulirli da eventuali accumuli psicoemotivi negativi di possibbili precedenti proprietari bilanciarci sopra il pendolo Egizio e ruotandolo con forza in senso antiorario dire una sola volta: -  il pendolo al termine della sua rotazione ha completamente rimosso ogni forma di energia negativa accumulata nel cristallo di rocca.

      • Il colore piu adatto per il terzo occhio è l'indaco oppure un cristallo ametista, allora direte voi perchè non usarlo? Semplice il cristallo di rocca è il piu potente  emettitore  energetico fra tutti i cristalli di quarzo grazie alla sua particolare composizione molecolare.  Usarlo su un problema specifico per ottenere un effetto drastico da una subitanea iniezione di energia. 

      •  Bilanciare il pendolo Egizio sopra il cristallo e aiutandosi con un cartoncino indaco che andremo a sfiorare con l'indice della mano libera ruotiamo con forza il pendolo in senso orario dicendo una volta sola:  quando il pendolo si arresta da se la carica del colore è avvenuta. 

      •   sdraiati  su un divano con luce soffusa, e volendo usa della musica appropriata. Posiziona un cristallo sulla fronte e l'altro sopra l'ombelico all'altezza del plesso solare. Chiudendo gli occhi fai degli esercizi di respirazione ritmica per rilassarti completamente (chi vuole può richiedermi la copia gratuita purifica l'aura...ove è ampiamente spiegato un semplice modello di respirazione). Mentre ti rilassi riporta mentalmente il problema di cui ci ti vuoi liberare. Successivamente visualizza una sequenza di scene ove  affronti con sicurezza   la causa del problema che sicuramente ti scatena anche  paura o insicurezza proponendoti l'intenzione creativa di liberartene immediatamente e per sempre. 

      • Fai questo esercizio a giorni alterni avendo cura ogni volta di pulire i cristalli sotto l'acqua corrente per qualche minuto e  ricaricarli col pendolo Egizio del colore  corrispondente al centro energetico sul  quale  vuoi intervenire osservando sempre lo schema plesso solare chakra da armonizzare. Buon lavoro.

      venerdì 23 settembre 2011

      mistero all'incrocio

      Mistero. cos'è quella nuvoletta al centro dell'incrocio qui in fotografia? E perchè sono andato a fotografare proprio questa strada? Evento  fortuito?  Voglia di protagonismo? Non direi. Ho tutta una serie di foto scattate a questo crocevia non lontano da casa mia. Ci passo tutti i giorni e da un po di tempo mi viene mal di testa, così mi sono convinto ad approfondire e questo è il risultato.

      Quattro qualcosa e un infinità di cose piu piccole del tutto indecifrabili.  Quella specie di grossa nuvola al centro della strada, il cartello stradale alla destra completamente ricoperto da una nuvola piu piccola, (basta ingrandire la foto e si vede tutto) e un altra nuvoletta sotto il tetto dell'ultimo palazzo.  La nuvola piu grande, se di orb si tratta è lunga quasi quattro metri e alta due. Forse sono solo dicerie, ma sembra che dalle nostre parti ci sia l'usanza di fare incantesimi, iettature e spargerli poi agli incroci delle strade per colpire i propri nemici o innamorati...che siano delle forme pensiero di qualche comare vendicativa o qualche donzella innamorata  non corrisposta? Comunque sia è un bel mistero da risolvere...domattina vado a fare altre foto.
      E puntualmente eccomi qui, sono tornato ho scattato la foto, e questo è il risultato, completamente nero eppure la foto era venuta regolarmente e l'avevo pure vista ma quando sono andato a scaricarla sul pc sorpresa! Ma qualcosa è rimasta, una specie di testa rotondeggiante con una proboscide verdastra...sembrerebbe davvero un mangia pensieri fuggita da un fumetto di Dylan Dog.

      Conclusioni non ne traggo ma la cosa mi lascia pensare. Lo faccio per passione e quindi andrò a fondo e se possibile farò sloggiare questa cosa dall'incrocio.

      martedì 20 settembre 2011

      Anello del re; particolari svelati

      La foto  è sfuocata ma quello che ci interessa si vede perfettamente.
      Si intravede il sigillo sulla parte superiore e una parte del triangolo sul lato sinistro dello schermo. Sto parlando ancora di lui, L'anello del Re! Cosa importante si vedono benissimo i fori all'estremità dei triangoli e parte del canale interno che li unisce, non ci si può sbagliare. 

      Vediamo di ridimensionare qualche mito metropolitano.  Sono anni che studio l'energia emessa delle figure geometriche, il loro significato,  l'importanza strategica di alcuni simboli. Naturalmente chi conosce a fondo la Radiestesia sa di cosa parlo, le onde di forma, queste sconosciute. Molta gente mi tira in ballo i due fori vicino i triangoli, e nessuno però riesce neanche lontanamente a immaginare a cosa servono. Ecco il motivo per cui scrivo. Per cercare di dissipare le ombre che qualcuno per pura ignoranza della materia, magari pensando di fare del bene getta su questa meraviglia del passato.

      I fori, i cilindri  cavi  in radiestesia servono per trasferire da un piano a l'altro l'energia di uno schema radionico. quando su uno schema vi sono due fori uno emette e l'altro immette. il canale di collegamento fra due fori trasporta il flusso di energia come un cavo elettrico.

      Un foro trasporta l'energia emessa dal sigillo al piano inferiore, attraversa il cavo e fuoriesce sull'altro lato, al foro opposto. Durante questo tragitto l'energia si collega all'aura e si trasforma, cioè da positiva diventa negativa in uscita, a sua volta fuoriesce dal foro e viene riassorbita dalla punta del triangolo che la trasposta all'interno del karnak ove viene riconvertita in emergia positiva e assieme a quella generata dal karnak stesso viene di nuovo inietteta nel dito dal foro corrispondente e così via.  

      Un cilindro solido in radiestesia  accoppiato ad un altro  diventa un amplificatore di energia, ora abbiamo nove rettangoli semisferici a formare tre batterie è facile dedurre che ogni pila amplifica l'energia passante al suo interno. 

      I triangoli che c sono l'estensione della stella di Davide o meglio il sigillo di salomone e indicano un sistema dualistico autonomo. il triangolo che punta verso l'alto è il significato del desiderio terreno che si indirizza verso il divino. Quello rivolto verso il basso rappresenta la forza divina che scende verso terra.  

      Il serpente che si morde la coda antico simbolo  del rinnovo continuo della materia e della vita, benissimo si adatta all'inesauribile potere  dell'anello del Re. Siamo prossimi a possedere la pietra filosofale ragazzi miei!

      Diffidate di quegli anelli senza fori  e di quelli regolabili cioè aperti. Non è che emettono energia negativa, non possono emettere nulla perchè non funzionano! e come se si vuol far accendere una lampadina senza interruttore o far funzionare un circuito con solo corrente positiva, se non ci sono entrambi i poli non può funzionare! 

      Per concludere, in Radiestesia come in Radionica la cosa piu ininfluente che esiste è il materiale con cui è composto uno schema. Quello che conta è l'esattezza del circuito non la sostanza con cui è realizzato. Che l'anello sia di argento, rame o acciaio poco importa, l'importante è che il sigillo sia realizzato il piu fedelmente possibile all'originale. 

      Solo la massa e le dimensioni contano, più è leggero e sottile e  meno è potente. Il nostro anello del Re è realizato per creare attorno al suo centro un campo energetico di oltre cinque metri, piu che sufficiente per proteggere chi lo indossa e  chi gli è vicino.

      I movimenti del pendolo





      Breve filmato  sui movimenti basilari del pendolo e loro significato. 

      osservate attentamente i movimenti Nel filmato a un certo punto si vede il pendolo che mi cade dalla mano, state attenti a questo perchè se si rovina la punta questo strumento diventa inservibile per le operazioni di carica e scarica. Questo filmato è solo illustrativo, quando lavorate col pendolo sui quadranti, ricordate sempre che la lunghezza del filo o catenella non deve essere superiore agli otto cm  perchè piu si allunga e piu fa fatica a muoversi e di conseguenza vi stancate subito.  Nel prossimo filmato vi mostrerò come scaricare e ricaricare un cristallo di quarzo con delle frequenze cromatiche.

      lunedì 19 settembre 2011

      A tutto pendolo

      A tutto pendolo, ricerca specifica per conoscere piu da vicino questo straordinario strumento radiestesico. Vediamo alcuni modelli di pendolo piu comunemente utilizzati dai radiestesisti di tutto il mondo.

      Sono principalmente tre i modelli di pendolo;
      •   ricettori
      • ricettori con testimone
      • emettitori. 
      Il pendolo ricettore piu diffuso è quello a cono, solitamente in ottone, con catenella. Ottimo per le ricerche su quadrante, non troppo pesante, max 28g.

      Il ricettore con testimone indifferentemente dalla forma si distingue dal semplice pendolo per la capacità di ospitare al suo interno un campione del materiale da studiare o il testimnone di un vivente; capelli, stoffa, ecc.

      Il pendolo emettitore è un tantino piu complesso, infatti grazie alla sua particolare forma emette energia. Viene utilizzato dal Radiestesista per caricare o scaricare cristalli, frutta, verdura, acqua. Un particolare impiego lo trova in Teleradiestesia medica ossia per   la proiezione di rimedi a distanza tramite l'utilizzo di testimone.
      Il piu comune pendolo emettitori utilizzato in radiestesia  è pendolo Egizio di cui abbiamo ampiamante trattato su queste pagine. Ce'è anche il pendolo Iside, con le sue quattro batterie ispirate allo Zen
      che ha una caratteristica ben definita; è un potente emettitore del raggio Phi  che nella scala dei colori dell'aura corrisponde al bianco. L'impiego di questo pendolo è insuperabile per la proiezione dei colori nella cromoterapia, sia a distanza che su persona.

      Come il pendolo egizio anche questo pendolo non si satura di rimanenza, cioè quel residuo energetico che un corpo emette nel posto ove viene a trovarsi. ad es, se lasci per un'ora una pesca sul tavolo e poi la togli, col pendolo ne puoi rilevare la presenza come se  fosse li per almeno venti minuti dopo che e è stata tolta.

      Lo stesso dicasi per il pendolo ricettore, esso si satura dell'energia dei corpi che vengono analizzati e se non si scarica diventa inservibile perchè  saturandosi  non riesce piu a captare le onde dell'oggetto nella ricerca successiva.

      Questo tipo di pendolo indifferentemente dal modello, va pulito spesso, sotto l'acqua o soffiandoci sopra oppure poggiandolo a terra per qualche minuto. In passato per quest'operazione uttilizzavano un cannello di zolfo ma la  puzza è tale da scoraggiare anche i piu ardimentosi. Nelle ricerche col pendolo è utile lavorare indossando scarpe di suola oppure meglio ancora scalzi se la temperatura lo permette.

      Utilizzando come ricettore un pendolo emettitore si ovvia a questo inconveniente, ma è una cosa sconsigliata ai principianti, in quanto bisogna "domarlo" e questo all'inizio crea qualche problema di comprensione in quanto sia l'egizio che l'isis come bilanciati sul quadrante iniziano a ruotare a destra o a sinistra. Questo accade perchè se l'ambiente è saturo o carente di energia tendono a riequilibrare, come oppure se vi sono oggetti sul tavolo che si utilizza per lavorare subito ne recepiscono l'onda di forma corrispondente.

      Per poter utilizzare correttamente un pendolo emettitore come ricevente bisogna aver molto chiaro in mente il proprio programma radiestesico. Se si hanno delle incertezze sul significato dei vari movimenti del pendolo, un emettitore ne approfitta e si muove per conto proprio perchè a causa della sua forma non cessa mai di emettere la sua onda portante.

      A cosa serve un pendolo ricettore? il ricettore serve per tutte quelle ricerche di cui non si conosce la risposta.  Viviamo nelll'epoca moderna piu avanzata degli ultimi millenni eppure ancora oggi abbiamo bisogno delle nostre facoltà naturali per determinare il nostro stato di salute. Perchè questo? perchè la moderna medicina e le sue tecnologie sono sempre piu esclusiva di un popolo ricco che può permettersi il lusso di pagarsi le migliori cure e ricerche diagnostiche.

      Poniamo il mio caso, sono troppo giovane e non abbastanza malato per aver diritto a tutte l'assistenza necessaria al mio caso. Lavoro e come tale devo pagare tutti gli esami clinici  per monitorare l'avanzare della mia malattia.
      Mi  posso permettere tutte le ricerche mediche due volte l'anno. per il resto devo arrangiarmi.  Ogni tre mesi faccio delle analisi tipo creatinina, azotemia, colesterolo, trigliceridi, glicemia glicosidata ecc. per il resto? Come la maggior parte gli italiani sono in braccio a Maria e alle belle parole dei nostri politici.

      La radiestesia mi aiuta molto, Grazie ai quadranti di Padre Bortone  tengo continuamente monitorati tutti quei dati medici che mi interessano, Quindi urecimia, creatinina, e tutte le altre analisi che mi dicono dellla salute dei miei reni. Non appena qualcosa non mi convince nei risultati corro dal medico e faccio l'analisi che mi interessa. Così fino a quando sarà possibile, correggo l'alimentazione, il movimento, i coadiuvanti dei farmaci che assumo e tutto rientra nella norma.

      In realtà se un dottore decidesse di utilizzare la Radiestesia per le diagnosi sui pazienti otterrebbe un risutato esatto pari a quello della risonanza magnetica. Eccellenti professori del primo novecento quando la tecnologia era quella che era grazie all'umile pezzetto di legno hanno potuto intervenire con sicurezza e salvare molte  vite umane.  La Radiestesia e i suoi strumenti sono il piu valido aiuto dato all'uomo dalla natura o da chi per lei.

      A cosa serve un pendolo emettitore? l'emettirore serve principalmente come strumento apportatore di benessere perchè col suo movimento carica, scarica,  riequilibra, cura. In rapporto all'orientamento magnetico emette tutti i colori dell'aura e vibra in armonia con essi.  Questo significa che può intervernire laddove c'è disarmonia e ripristinarla. Andrè de Belizal nel suo trattato di radiestesia

      "Physique micro-vibratoire et forces invisibles" ha stilato una scala con le maggiori patologie, disturbi, malattie legate alle disfunzioni dell'aura e la posizione dei colori rispetto ai quattro punti cardinali.  Conoscendo l'organo ammalato si può facilemte dedurre quale colore vibratorio utilizzare per poter intervenire. (purtroppo questo libro si trova solo in francese) Nel prossimo post cercherò di spiegare i colori dell'aura, l'uso dei quadranti per l'autodiagnosi  e la carica dei cristalli con il colore.





      mercoledì 7 settembre 2011

      Promemoria

      Un promemoria per tutti coloro che giunti sul blog si fermano a leggere quegli articoli che li interessano senza approfondire la conoscenza del sottoscritto.
      Veniamo al promemoria. Mi chiamo Vincenzo e gli amici mi chiamano re dei Gizi o Giziani per la mia passione verso il pendolo egizio e la Radiestesia. Ma io non sono un radiestesista bensì un Fluidoterapeuta  appassionato studioso ricercatore di Radiestesia, Radionica,  chakra, energia sottile, pensiero positivo, meditazione, visualizzazione eccetera, eccetera.

      La mia  occupazione da diciotto anni  è la Fluidoterapia, cioè la cura di disturbi e malattie col Fluido radiante delle mani, un dono celeste che ricevetti all'età di trenta anni; prima facevo il muratore. Lavoro in uno studio che si chiama Centro Luce Nascente di cui sono anche il titolare e fino ad oggi mi sono scivolate sotto i palmi un qualcosa come 50 mila persone, una piu, una meno. Cosa significa questo? Semplice, con discrezione ricevo durante l'anno centinaia e centinaia di persone affette dai più svariati problemi e malattie e  molti di loro trovano nelle mie mani sollievo e spesso grande miglioramento delle loro condizioni di salute. Le malattie e i disturbi che piu  comunemente tratto sono quelle dello scheletro e delle articolazioni, emorroidi, ernie del disco, artrite, artrosi,  vene varicose, ma sono davvero poche le malattie che non ho conosciuto.

      Come ricercatore ho scoperto anni fa l'anello del Re e ho iniziato a servirmi del sigillo Karnak inciso su di esso per proteggere la mia abitazione e quella dei miei familiari e amici da attacchi psichici ed emissioni di energia negativa.

      Da cinque anni svolgo indagini di Radiestesia per uso personale e professionale con incoraggiante successo. Ho scoperto vene d'acqua ove acqua non c'era, trovato oggetti smarriti,  persone scomparse.

      Con la Radionica ho ideato dei semplici programmi da realizzare tramite schema e pendolo Egizio tra cui uno per innalzare il livello di energia vibratoria della scuola media ove frequentava mio figlio. Vivo in un paese e quelli che vanno avanti non sono certo i merititevoli o i figli di gente come me. I compagni di mio figlio sono tutti figli di dottori, avvocati ecc. Il mio ragazzo era chiaro che sarebbe andato a scaldare i banchi del professionale. Ma lui voleva fare l'archeologo...ora mio figlio è iscritto al II liceo classico e per sicurezza anche qui  degli schemi lavorano per garantirgli un ambiente energetico equilibrato e pulito. E' una cosa spettacolare, le persone non allineate con l'energia positiva quando questa cresce si allontanano e se restano si indeboliscono, perdono forza e potere e loro malgrado  da avverse diventano amiche...Provare per credere, però vi avverto  è vietato improvvisare altrimenti non funziona. 

      Un vero gioiello Radionico è l'anello del Re. Due triangoli, nove rettangoli due fori, una linea passante disposti a formare uno schema divino in grado di sviluppare protezione, guarigione, intuizione. De Belizal assicura: - chi porta al dito una sua riproduzione non può essere vittima di incidenti automobilistici, o di morte violenta. l'uso terapeutico è indicato per tutti i disturbi psicosomatici. L'anello del Re non è un talismano e neanche un pentacolo, il suo funzionamento si deve alle buone onde di forma che sviluppa e alla sua probabile provenienza divina.

      Un altro programma Radionico lo sviluppai per eliminare la processionaria dei pini larici in un bosco ove mi reco spesso per raccogliere erbe e funghi mangerecci. Anche in quel caso l'esperimento ebbe successo ma non l'ho ripetuto, qualcuno ben presto prese ad irrorare tutta la Sila   con dei potenti pesticidi che tutto uccisero tranne la processionaria e così scoraggiato lasciai perdere. L'unica cosa che è impossibile migliorare in Italia è la politica e i suoi adepti.

      Somewhere over the Rainbow - Israel "IZ" Kamakawiwoʻole

        
      Bellissima canzone, un mito divenuto leggenda, mi è stata regalata da una cara amica e io la regalo a voi. Buon ascolto.

      Di seguito c'è anche la traduzione:

      Artista: Israel Kamakawiwo'ole
      Titolo:
      Somewhere Over The Rainbow
      Titolo Tradotto:
      Da Qualche Parte Sopra L'arcobaleno

      Ok, questa è per Gabby

      Da qualche parte sopra l'arcobaleno
      proprio lassù, ci sono i sogni che hai fatto
      una volta durante la ninna nanna
      da qualche parte sopra l'arcobaleno
      volano uccelli blu e i sogni che hai fatto,
      i sogni diventano davvero realtà

      un giorno esprimerò un desiderio
      su una stella cadente
      mi sveglierò quando le nuvole
      saranno lontane dietro di me
      dove i problemi si fondono come gocce di limone
      lassù in alto, sulle cime dei camini
      è proprio lì che mi troverai
      da qualche parte sopra l'arcobaleno
      volano uccelli blu e i sogni che hai osato fare,
      oh perchè, perchè non posso io?

      Beh vedo gli alberi del prato e
      anche le rose rosse
      le guarderò mentre fioriscono
      per me e per te
      e penso tra me e me
      "che mondo meraviglioso!"

      Beh vedo cieli blu e nuvole bianche
      e la luminosità del giorno
      mi piace il buio e penso tra me e me
      "che mondo meraviglioso!"

      I colori dell'arcobaleno così belli nel cielo
      sono anche sui visi delle persone che passano
      vedo degli amici che salutano
      dicono "come stai?"
      in realtà stanno dicendo "ti voglio bene"
      ascolto i pianti dei bambini
      e li vedo crescere
      impareranno molto di più
      di quello che sapremo
      e penso tra me e me
      "che mondo meraviglioso!"

      un giorno esprimerò un desiderio
      su una stella cadente
      mi sveglierò quando le nuvole
      saranno lontane dietro di me
      dove i problemi si fondono come gocce di limone
      lassù in alto, sulle cime dei camini
      è proprio lì che mi troverai
      da qualche parte sopra l'arcobaleno
      ci sono i sogni che hai osato fare,
      oh perchè, perchè non posso io?



      lunedì 22 agosto 2011

      Impotenza; anello del Re, un possibile rimedio

      Impotenza; anello del Re, un possibile rimedio. In qualità di Fluidoterapeuta ricevo malati di tutti i generi, età e condizione sociale, spesso vengopno a trovarmi soggetti sofferenti di impotenza. Con molti di essi tempo trascorrendo finisco col fraternizzare e così se necessario li posso interpellare in mio soccorso  per testare nuove tecniche curative. Così è stato per l'anello del Re. Un caro amico  per una ragione comune a molti della nostra età ha iniziato a perdere colpi durante il rapporto sessuale.

      Erezione difficile, e mai completa rapporto breve e frustrante insomma, una vera pena, solo a sentirlo raccontare.  L'ho chiamato un pomeriggio   invitandolo a tenere al dito l'anello del Re senza fornirgli alcuna spiegazione per evitare l'effetto placebo. Avevo letto su un libro  che l'anello del Re  è utile per combattere l'impotenza. Il mio fido Gizio mi confermò la cosa e l'amico qui mi ha permesso di provarlo nella realtà.

      Seguendo alla lettera i miei consigli  dopo circa un mese e mezzo  si è reso conto che  per qualche misteriosa ragione stava riacquistando la  virilità perduta. Ora il mio amico sa perchè riesce senza problemi a far l'amore...(con chi non ci riguarda)

      Non è la panacea per tutti i mali ma invito chi ha problemi di impotenza sessuale con legami psicosomatici a fare un tentativo seguendo le mie istruzioni, tant'è che ormai oltre che Re dei Giziani  sono diventato a pieno titolo anche: "Il signore dell'Anello".  E' sicuro non ha controindicazioni, non peggiora le condizioni di salute, anzi rafforza il sistema energetico e se dovesse fallire perlomeno uno non rischia l'infarto come spesso accade con certe pillole blu reperibili in rete e provenienti da chissà dove.

       Un  vero gioiello in argento purissimo, fa un figurone al dito è realizzato secondo i canoni dell'oreficeria artigianale calabrese.
      Buona vita  e buon ritorno dalle vacanze a tutti. (buona partenza a coloro che ancora anelano l'agognata vacanza)

      venerdì 15 luglio 2011

      Anello del Re;il segreto svelato,

      Anello del Re;il segreto svelato,Anello del Re;il segreto svelato, Anello del Re;il segreto svelato, Anello del Re;il segreto svelato, Anello del Re;il segreto svelato, Anello del Re;il segreto svelato, Anello del Re;il segreto svelato,
      Anello del Re; il segreto svelato. Su internet circola la voce secondo alcuni che l'anello del re a volte scompare dal dito di chi lo indossa. E' successo anche ai miei clienti su dieci persone a tre è scomparso. La domanda che mi sono posto che poi ho girato ai sfortunati ex possessori è stata pressapoco questa:
      - con che aspettative hai idossato l'anello? due su tre hanno provato a usare l'anello per scopi diciamo impropri, il terzo non mi ha risposto.
      L'anello del Re è un sigillo di potere ricavato dalla stella di Davide e dato dal Signore degli Eserciti al faraone d'Egitto  in segno di gratitudine per aver accolto Giuseppe salvandolo dalla morte.

      Quindi cerchiamo di capirne la sua effettiva portata. Il simbolo di protezione di un Faraone. Per far si che questo dono del cielo soggiorni al nostro fianco donandoci la sua protezione dobbiamo sviluppare una nobiltà d'animo tale da non coinvolgerlo nelle nostre scelte. Non è qui per ottenerci illecitamente ricchezze, donne, fama, successo. Il faraone possedeva gia tutto questo. Si tratta di un puro simbolo di protezione. Bisogna solo indossarlo e lasciarlo fare. Le due persone che lo hanno perso avevano entrambi desiderato che l'anello facesse avere loro delle belle donne. Le hanno ottenute per una notte, ma il mattino dopo lui non c'era più.

      lunedì 20 giugno 2011

      Ioni negativi;torniamo a parlarne

      Ioni negativi;torniamo a parlarne,Ioni negativi;torniamo a parlarne,Ioni negativi;torniamo a parlarne,Ioni negativi;torniamo a parlarne,Ioni negativi;torniamo a parlarne,Ioni negativi;torniamo a parlarne. 



      La nostra aura così come l'anima rappresentano un'irraggiamento elettromagnetico per cui sono estremamente sensibili a qualunque particella elettrica presente in atmosfera, compresi gli ioni. Gli ioni sono particelle microscopiche dell'aria aventi una carica elettrica. Gli ioni negativi hanno un effetto benefico sul corpo fisico, di contro gli ioni positivi creano disagi.

      Gli ioni positivi facilmente sono causa di insonnia, vertigini, emicranie, palpitazioni, irritabilità, incapacità di concentrazione. queste particelle aumentano in atmosfera quando soffiano venti caldi e secchi. In condizioni normali nell'aria ci sono cinque ioni positivi per quattro ioni negativi. Questa proporzione aumenta lungo le spiagge frastagliate dalla presenza di scogliere. Gli ioni negativi ci fanno sentire meglio, sia fisicamente che mentalmente.

      Un attacco psichico può peggiorare quando l'equilibrio del corpo è compromesso. I famosi venti delle streghe, causano un aumento totale degli ioni positivi di circa trenta ioni positivi per uno negativo e questo può essere seriamente pericoloso. Questi venti sono il Sant'Anna nel deserto della California, scirocco in Italia, chinook nelle regioni adiacenti le montagne rocciose. Venti simili esistono in tutto il mondo e l'aumento di incidenti e fatti criminosi aumenta  notevolmente alla loro comparsa.

      Un numero elevato di ioni negativi ci aiuta a respingere un attacco psichico inoltre la vigilanza mentale, la produttività il desiderio sessuale e la sensazione di benessere aumenta con l'esposizione all'azione rigenerante degli ioni negativi.

      I gas di scarico, l'aria condizionata, gli edifici in vetro/acciaio/cemento, rivestimenti sintetici e di plastica riducono gli ioni negativi. I centri abitati delle moderne megacittà sono piu carichi di ioni positivi  e costituiscono un ambiente ideale per le aggressioni psichiche.

      La marina americana ha dotato i propri sottomarini di dispositivi elettronici in grado di produrre ioni negativi per ridurre la stanchezza e accrescere l'efficenza degli equipaggi.

      Tutti me compreso viviamo in gabbie di cemento, acciaio e intonaci sintetici alle pareti. Per fortuna esistono in commercio i generatori di  ioni negativi. Per abbassare ancor di piu l'azione destabilizzante degli ioni positivi suggerisco dei semplici accorgimenti:
      Non viaggiare coi finestrini chiusi per lungo tempo.
      Vestire fibre naturali
      Trascorrere del tempo all'aperto, possibilmente al mare, nei boschi, montagne, parchi, specie di sera o la mattino presto.
      Utilizzare fibre e prodotti naturali quando si ristruttura casa.
      Tenere generatori di ioni negativi in auto e in casa.

      giovedì 2 giugno 2011

      Energia Vitale;tutto quello che devi sapere

      Energia Vitale;tutto quello che devi sapere,Energia Vitale;tutto quello che devi sapere,Energia Vitale;tutto quello che devi sapere,Energia Vitale;tutto quello che devi sapereEnergia Vitale;tutto quello che devi sapere. 
      Vieni a scoprire tutto quello c'è da sapere sull'Energia Vitale. L'energia Vitale si suddivide in tre Principali categorie:
      • Energia naturale
      • Energia psichica
      • Energia mistica o universale 
      Nell'ambito della Fluidoterapia come  nelle altre discipline energetiche, Reiki, Pranoterapia, eccetera, si possono impiegare questi tipi di energia a seconda della propria predispodizione mentale e psicologica. 
      L'energia naturale presuppone una forte carica da parte dell'operatore così da poter dirigerla dove occorre con delle tecniche a circuito chiuso col ricevente simile al funzionamento di un circuito elettrico. 
      L'energia Psichica è l'energia prodotta o accumulata dalla mente e viene utilizzata tramite l'invio mentale con forte sforzo da parte dell'operatore.

      L'energia mistica o universale in definitiva è l'energia di Dio  e viene utilizzata dall'operatore che sia in grado di rinunciare al proprio ruolo di guaritore e di confidare esclusivamente nella preghiera per mezzo della quale ottiene l'energia necessaria al richiedente senza interferire con l'esito finale del trattamento.

      questa è a mio avviso la miglior fonte di Energia Vitale alla quale attingere, diversamente sia chi usa l'energia psichica che quella naturale deve fare i conti coi propri limiti. In pratica usare il potere curativo personale o psichico senza assistenza spirituale comporta l'eventualità di ritrovarsi stanchi, spossati, addirittura esauriti specie  si svolge una gran quantità di lavoro sforzando troppo la mente con conseguente agitazione nervosa, mal di testa, senso di intolleranza verso i clienti e spesso ci si può trovare nella spiacevole situazione di non riuscire a portare a termine un trattamento o peggio ancora si è costretti a fermarsi per lunghi periodi di tempo.

      Con l'energia spirituale o mistica le cosa vanno diversamente perchè coinvolge una serie di aiuti e interventi  che vanno d'all'Angelo custode a un Santo protettore,  o semplicemente un parente defunto. Questa è una garanzia in piu per il conseguimento del risultato e non prevede  concentrazione o sforzi particolari. Una  volta attivata va da se e l'emissione si ferma non appena terminata la seduta. Leggi

       E' una meraviglia vederla all'opera, da giovane non toccavo i clienti ma ora purtroppo mi stanco le braccia a tenerle tese e sono costretto ad appoggiarle seppur per brevi momenti. Durante questi contatti sempre senza strusciare o scivolare sul corpo vestito, dicevo è meraviglioso ciò che riferiscono, quando sposto le mani da un punto all'altro se ad es. sto trattando una spalla dolorante, mana mano che scendo verso il polso la sensazione di calore che avvertono diminuisce e aumenta nelle zone doloranti o sofferenti.

       Se irradio la spina dorsale con un'ernia L4/L5 se sposto le mani verso la cervicale il calore diminuisce su quelle porzioni della spina dorsale che sono sane e si riacutizza sulla cervicale che di solito piu o meno ci soffrono tutti. A volte specie di inverno essendo che soffro anche io di circolazione ho sempre le mani gelate e se tocco la persona avverte chiaramente il gelo che emanano se invece posiziono le mani a 3/4 cm di distanza percepiscono il Fluido emanato sempre sottoforma di calore, se tocco sentono solo il freddo della mano se ritiro indietro, di nuovo il calore.  Sugli scettici questo giochetto fa un grande effetto. 

      Dio non  da a tutti l’energia vitale, ma a chi  sa chiederla.  Serve  quindi sincerità, umiltà,semplicità e scarso interesse per la ricchezza e notorietà che potrebbe derivare dalle guarigioni operate.   Nel corso del mio operato lungo ormai diciotto anni, l'unico periodo in cui non vidi risultati fu quello in cui  per confermare questi miei sospetti applicai una tariffa superiore a quella che l' istinto mi suggeriva. Lentamente le guarigioni iniziarono a diminuire, fino a fermarsi del tutto e persi quasi la totalità dei clienti.

      Questo accadde fra il 98 e il 00. Non appena ridussi la tariffa la gente riprese a venire e   impiegai quasi cinque anni a tornare ai ritmi e risultati di sempre. Oltre a fare la fame, le poche persone che venivano avevano scarsissimi risultati  e anche le mie facoltà intuitive sembravano  offuscate. Fu comunque un periodo molto costruttivo, durante il quale imparai ad esercitare questa che io considero non solo una missione per la vita, ma addirittura un arte. Non avendo maestri dovetti improvvisare per fare esperienza ma ne è valsa la pena. tutti coloro che confidano in se stessi prima o poi si fermano, ma chi confida in Dio arriva sempre al traguardo.


      martedì 31 maggio 2011

      Dieta alimentare;fra business e realtà

      Dieta alimentare;fra business e realtà. Non sono un dietologo e potrei non avere voce in capitolo ma pesavo 106 chili una decina di anni fa e ora ne peso 84. il mio peso forma in base alla mia altezza dovrebbe essere di circa 75 kg. Non dico a nessuno di fare cio che io ho fatto ma mi limito appunto a raccontarlo.
      Faccio un discorso generico, rivolto a chi ingrassa perchè mangia troppo e si muove poco.
      Allora pesavo 106 chili, mangiavo circa mezzo chilo di pasta al giorno, secondo, contorno, frutta dolce caffè amaro, vino, birra. Un giorno per puro sfizio misurai un piatto di pasta e fagioli bello pieno che mi stavo per sbafare. Non so, si trattò di una di quelle illuminazioni che fanno di me quello che sono. Il piatto pieno pesava 3 kg. spaventato ne presi un altro vuoto e lo pesai era un chilo e duecento grammi. stavo per mangiarmi 1,8 chilogrammi di pasta e fagioli. e dopo c'era un chilo di pollo al forno con patate.  Io adoro la pasta e fagioli e non ne mangiavo mai meno di due piatti belli pieni.
      E così che si ingrassa. Io perlomeno ingrassai così. Allora feci il discorso inverso. Se voglio dimagrire devo eliminare tutta questa roba che ingurgito. Nella pasta e fagioli come la cucina mia moglie, c'è la pasta, i fagioli, l'acqua, il pomodoro, gli odori, l'olio, il sale. Così funziona anche per gli spaghetti, la pasta al forno i fusilli... Non feci altro che diminuire le dosi; mettevo il piatto sulla bilancia e pesavo la quantità che volevo mangiare, un chilo e due il piatto, cento grammi di cibo totale un chilo e trecento grammi. Feci questo complicato passaggio perchè se avrei cotto cinquanta grammi di pasta, cinquanta di fagioli, piu l'aqua il pomodoro e l'olio sarei sbarcato come minimo a una porzione di trecento grammi. La cosa funzionò, e dimagrii in due tappe nella prima scesi a 91kg la seconda dopo un anno a 86 kg.
      Sicuramente non sto dicendo nulla di nuovo ma senza fare alcun tipo di calcolo tranne quello del peso delle porzioni la mia odierna dieta è composta pressappoco così:
      colazione
      tazza di latte e caffè senza zucchero due fette biscottate
      Pranzo
      100 grammi di primo se minestra o minestrone
      70grammi di pasta se al pomodoro.
      150 grammi carne o pesce
      150grammi di verdura cotta, 200 se cruda
      50grammi di pane
       una mela

      merenda
      una confezione di crakers o un frutto o uno yogurt

      Cena
      150 grammi carne o pesce
      150grammi di verdura cotta 200 cruda

      40grammi di pane una mela
      e bevo in media 1,5 litri di acqua al giorno
      C'è chi dice che con una dieta così non vai da nessuna parte, io ci ho perso venti chili e  continuo a mangiarci sempre perchè non è una dieta vera e propria,  ho solo diminuito la quantità di cio che gia mangiavo nulla di piu e ormai porto avanti questo ritmo da piu di dieci anni senza alcuno sforzo e senza mettere peso.
      (Segue)

      giovedì 26 maggio 2011

      Kit radiestesia; ecco la foto


       Kit radiestesia; ecco la foto. Biotensor aramen con anello di ottone, pendolo Egizio,Talismano quadrifoglio, anello del Re, pendolo ghianda ricettore, utile nelle ricerche su quadrante, doppia barra di Atlante incisa a fuoco,  bacchetta cannone energetico piu semplicemente definita bacchetta magica.Perdonassero le imperfezioni fotografiche, qui è tutto efficace ma molto artigianale. Gli amici in rete mi chiamano il Re dei Gizi e io modestamente mi ci firmo:
      Ggg (Gizio, genio, guru)
      ki

      sabato 21 maggio 2011

      Anello del Re, finalmente mio

      Anello del Re, finalmente mio. Oggi 21/5/11 è stata per me una grande emozione,  finalmente dopo oltre un mese di attesa l'orefice mi ha consegnato una parte degli anelli del Re ordinati compreso il mio che con orgoglio vi mostro in questa foto autoscattata. How emozione! Porto al dito l'emblema del piu grande sovrano mortale mai esistito e assieme a me quindici altri fortunati  all'inizio della  prossima settimana si vedranno recapitare il loro prezioso anello del Re. un opera d'arte in argento 925  ricoperto  di uno strato di argento puro al cento per cento per garantirne lucentezza nel tempo, ogni singolo gioiello pesa mediamente 7,7 grammi. 
       L'orefice ha dato il meglio di se, ogni anello finemente rifinito nella migliore tradizione orafa artigiana calabrese è stato portato a misura senza dilatazione ma per fusione.  

      Non riesco a crederci, il mio sogno si è realizzato, porto al dito un anello faraonico, il piu potente simbolo di protezione esistente dopo la Santa Croce. Amici miei, non credete che parlo così perché voglio convincervi a comprarlo, (anche se non vi nascondo che mi farebbe piacere) ma soprattutto per condividere qualcosa di veramente unico, oserei dire soprannaturale. Non so se qualcuno ricorda le parole di Cristopher  Lambert in highlander  quando la donna alla fine gli chiede come è possibile quello che sta accadendo e lui molto semplicemente le risponde: - E’ una specie di magia.- 
      Ecco appunto non una magia sporca, terrena, occulta; ma qualcosa di veramente unico soprannaturale, un dono divino per una stirpe altrettanto divina, quella dei Faraoni. Lo so non serve a nulla ripeterlo perché magari genererò solo altra incredulità ma io avevo paura di questo simbolo, avevo letto su internet che non neutralizzava l’energia negativa ma la spediva lontana regalandola ad altri. Così costruii la barra (quella del video..guarda) e iniziai a studiarla armato di pendolo e biotensor per vedere se davvero sparava lontano l’energia negativa schermata. Nulla di piu falso, il sigillo di karnak non è un semplice schermo o riequilibratore, ma bensì un  emettitore e trasformatore   ciò significa che emette energia di suo, in piu assorbe l’energia negativa e la trasforma in positiva reimmettendola nel corpo o nell’ambiente dai fori all’estremità dei triangoli.  Perché dico soprannaturale?  Dopo  che avevo tolto i vari Karnak sparsi per casa perchè aver letto quei famosi articoli  una notte verso l’alba sentii una voce potente dirmi:  - non aver paura a servirti dell’anello del Re, io il Signore degli Eserciti lo donai al Faraone d’Egitto come segno di gratitudine per aver accolto Giuseppe e il popolo di Israele nel suo paese.L'anello del Re  CLicca per approfondire   è solo l’estensione della stella di Davide.- A questa ultima frase mi svegliai e subito andai ad annotarmi il messaggio per non dimenticarlo.  Se si immagina di prendere la stella di Davide per le punte, e  la si tira come se fosse un elastico, non ci vuole molto a pensare che all’interno si formano i nove rettangoli. 

      Ora vi lascio  un altro pochino di meraviglia, durante i miei esperimenti, giunsi a questa forma del sigillo di Karnak, capovolgendo uno dei triangoli e guardate cosa ne escì fuori. Questo potrebbe mettere ancora piu in discussione l’origine terrestre  del popolo egizio o quantomeno dei faraoni. Non credete anche voi che assomiglia a un veicolo extraterrestre, un missile, un ufo? 
      Pensateci amici miei,  volete proteggervi da un pericolo? desiderate che la vostra casa sia protetta dai ladri? avete problemi fisici di natura  psicosomatica che non riuscite a risolvere? volete tutelarvi dagli incidenti? (pensate a Carter che sopravvisse alla maledizione) Pensate potrebbe essere sufficiente infilare al dito l'anello del Re e appendere in casa una barra di Atlante. Fantasia, follia? Richiedi subito il tuo anello del re: lupizone@yahoo.it






      giovedì 19 maggio 2011

      Allarme antisismico

      Allarme antisismico, come molti in Italia ho vissuto con apprensione l'avvicinarsi dell'undici maggio per via dei miei che vivono a Roma. Per fortuna la notizia era infondata e non è successo nulla ma la cosa mi ha ispirato a realizzare un allarme antisismico che dia un attimo di sicurezza fra tutte le incertezze che riguardano i terremoti. 

      A furia di spremermi sono riuscito a ricordare gli esperimenti di elettronica ai tempi delle superiori col prof di Fisica e così partendo da un semplice rilevatore di movivmento, sono giunto alla progettazione di un simpatico strumento in grado di reagire alla  minima sollecitazione, scossa o movimento del piano dove è appoggiato. Generalmente le grandi scosse di terremoto sono precedute dagli sciami sismici di lieve intensità non sempre avvertibili clicca qui

      Questo strumento è in grado di funzionare proprio sulle deboli scosse o movimenti oscillatori  e quindi è un ottimo strumento di prevenzione. Basti pensare che è sufficiente battere con un dito sul ripiano del tavolo per farlo attivare. Rimanendo in tema con i principi del Fluido Vitale Universale lo strumento ha la forma di una piramide realizzato in legno compensato può fungere tranquillamente da soprammobile per qualunque tipo di arredamento. 

      Lo strumento viene alimentato a batteria che può arrivare a durare anche piu di due anni proprio perchè il circuito rimane aperto e si chiude solo nel caso viene mosso. Insomma si tratta di un amico fidato che è bene avere sempre vicino, in particolar modo se uno vive nei pressi di una zona sismica.